ISSN 1971-9817 (ANNO XIX)

Notizie

 
Testo:
  [Accesso riservato agli abbonati]


TUTTE LE NOTIZIE

 Pagina  di 677   

GIURISDIZIONE DEL TSAP SUI PROVVEDIMENTI ESPROPRIATIVI O DI OCCUPAZIONE D'URGENZA DELLE AREE OCCORRENTI PER LA REALIZZAZIONE DI UN'OPERA IDRAULICA
14/06/2021
Sono devolute alla cognizione del Tribunale superiore delle acque pubbliche le controversie relative a provvedimenti che influiscono sul regime delle acque pubbliche, compresi anche i provvedimenti espropriativi o di occupazione d'urgenza delle aree occorrenti per la realizzazione dell'opera idraulica. [...]

LA P.A. HA IL DOVERE DI RIQUALIFICARE URBANISTICAMENTE LE CD. AREE BIANCHE SOLO SE IL VINCOLO APPOSTO NON ABBIA NATURA CONFORMATIVA
14/06/2021
È pacifico il dovere dell'amministrazione di riqualificare urbanisticamente le cd. aree bianche, a condizione che esse siano davvero tali, ovvero che il vincolo apposto non abbia natura conformativa. [...]

IL PROCEDIMENTO AVENTE AD OGGETTO IL PAGAMENTO DELL’INDENNITÀ DI ESPROPRIO EX ART. 28 T.U.ES. NON È TUTELABILE MEDIANTE L’AZIONE AVVERSO IL SILENZIO
14/06/2021
Poiché il procedimento di cui all'art. 28 del Testo Unico sulle espropriazioni è fonte, nella sussistenza dei presupposti di legge, di un diritto soggettivo del privato richiedente, avente ad oggetto il pagamento dell'indennità di espropriazione, esso non è tutelabile attraverso l'azione avverso il silenzio ai sensi degli artt. 31 e 117 c.p.a., in [...]

LA MANCATA PREVISIONE DELL’INDENNIZZO NON COSTITUISCE, DI PER SÉ, RAGIONE DI ILLEGITTIMITÀ DEL VINCOLO PREORDINATO ALL’ESPROPRIO
11/06/2021
La mancata previsione dell'indennizzo non costituisce, di per sé, ragione di illegittimità del vincolo preordinato all'esproprio. [...]

PER LE CENSURE SULL'INDENNIZZO EX ART. 42 BIS T.U.ES. SUSSISTE LA GIURISDIZIONE IN UNICO GRADO DELLA CORTE DI APPELLO COMPETENTE PER TERRITORIO
11/06/2021
Sul «quantum» dell'indennizzo ex art. 42 bis T.U.Es. sussiste la giurisdizione in unico grado della Corte di appello competente per territorio. [...]

LA MOTIVAZIONE DELLA REITERAZIONE DEI VINCOLI DECADUTI DEV’ESSERE PARTICOLARMENTE SOLIDA E CONVINCENTE ALLORQUANDO ESSA SIA STATA RIPETUTA PIÙ VOLTE
10/06/2021
In caso di decadenza dei vincoli urbanistici preordinati all'esproprio, la motivazione della reiterazione dev'essere particolarmente solida e convincente allorquando essa sia stata ripetuta più volte. [...]

IN CASO DI OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA, SPETTA ESCLUSIVAMENTE ALLA P.A. LA SCELTA TRA ACQUISIRE IL BENE EX ART. 42-BIS D.P.R. 327/2001 O RESTITUIRLO
10/06/2021
In caso di occupazione illegittima la scelta di acquisizione del bene ex art. 42-bis d.p.r. n. 327/2000 o della sua restituzione spetta esclusivamente alla P.A. [...]

L’IMPUGNAZIONE DELL’APPROVAZIONE DEL PROGETTO VA NOTIFICATA AL CONSORZIO CHE REALIZZERÀ LE OPERE DI URBANIZZAZIONE
09/06/2021
E' inammissibile il ricorso che non è stato notificato al consorzio, risultante espressamente dall'atto impugnato di approvazione del progetto definitivo - esecutivo, che realizzerà le opere di urbanizzazione primaria nell'interesse di tutte le ditte assegnatarie dei lotti destinati allo svolgimento delle attività produttive. [...]

IL REGIME DI SALVAGUARDIA DI CUI ALL’ART. 9, D.P.R. 380/2001, È APPLICABILE NEL CASO IL VINCOLO PREORDINATO ALL’ESPROPRIO SIA DECADUTO E NON REITERATO
09/06/2021
Il regime di salvaguardia di cui all'art. 9 del D.P.R. 380 del 2001, è applicabile in caso di decadenza di vincolo preordinato all'esproprio e non reiterato motivatamente. [...]

PER L'INDENNITÀ DI ESPROPRIO DI UNA CAVA SI FA RIFERIMENTO AL VALORE VENALE RAGGUAGLIATO AL PARAMETRO DEL MATERIALE ESTRAIBILE SINO ALL'ESAURIMENTO
09/06/2021
In tema di determinazione dell'indennità di esproprio di un terreno destinato a cava occorre fare riferimento alla L. 25 giugno 1865, n. 2359, art. 39 e, pertanto, al valore venale del bene che va ragguagliato al parametro del materiale complessivamente estraibile dalla cava sino al suo esaurimento. [...]

L’INDENNITÀ DI ESPROPRIO REINTEGRA IL PROPRIETARIO DEL BENE ABLATO DELLA PERDITA LEGATA AL VALORE ECONOMICO E NON DELLE UTILITÀ DERIVANTI DA ESSO
08/06/2021
L'indennità corrisposta al proprietario di un bene ablato serve a "reintegrarlo" della perdita subita legata al valore economico del bene, in sé considerato, e non delle utilità che, tramite il suo acquisto e il suo commercio, egli si prefigge di realizzare, mediante operazioni di mercato speculative, che non riesce, a causa della requisizione stes [...]

LA P.A. HA L'OBBLIGO DI PROVVEDERE SULL’ISTANZA DEL PRIVATO DI RICLASSIFICAZIONE DELLE AREE SOTTOPOSTE A VINCOLI ESPROPRIATIVI DECADUTI
08/06/2021
Sussiste l'obbligo di provvedere sull'istanza del privato di riclassificazione delle aree sottoposte a vincoli espropriativi decaduti. Non sussiste, invece, il diritto dell'istante a pretendere una determinata classificazione, considerato l'ampio potere discrezionale di cui è titolare l'Ente locale. [...]

IL DEBITO DELL'INDENNITÀ DI ESPROPRIO RIENTRA NELLA MASSA PASSIVA DELL'ENTE LOCALE IN LIQUIDAZIONE SE L'ATTO GESTORIO È SORTO PRIMA DEL DISSESTO
08/06/2021
L'elemento discriminante per verificare se un dato debito (nella specie: relativo al pagamento dell'indennità di esproprio) rientri nella massa passiva della procedura di liquidazione concorsuale di cui agli artt. 248 e ss. del d.lgs. 267/2000 è l'atto gestorio che ha determinato l'insorgere dell'obbligazione e non anche la liquidazione del credito [...]

IL RISARCIMENTO PER OCCUPAZIONE USURPATIVA È TASSATO EX ART. 11 L. 413/1991 SE È PERCEPITO DOPO L'ENTRATA IN VIGORE DELLA LEGGE
07/06/2021
La somma erogata a titolo di risarcimento per occupazione usurpativa di un bene immobile è assoggettata a tassazione ai sensi dell'art. 11 della L. n. 413 del 1991 se la sua percezione, che costituisce una plusvalenza, è successiva all'entrata in vigore della legge e, cioè, al primo gennaio 1989, non assumendo rilievo, invece, il momento in cui è a [...]

GLI ONERI DERIVANTI DALL’ILLEGITTIMITÀ DELLA PROCEDURA ESPROPRIATIVA INCOMBONO UNICAMENTE SUI SOGGETTI OBBLIGATI A DEFINIRLA NEI TEMPI PREVISTI
07/06/2021
Si deve tenere distinta la responsabilità per l'illegittimità della procedura espropriativa, da quella dell'individuazione del soggetto competente ad emanare i provvedimenti di acquisizione o restituzione ai sensi dell'art. 42 bis T.U.Es. Qualunque sia il soggetto che verrà individuato come competente ai sensi dell'art. 42 bis a procedere all'acqui [...]

LE DOMANDE RISARCITORIE ED INDENNITARIE EX ART. 42-BIS D.P.R. 327/2001 SPETTANO ALLA GIURISDIZIONE ORDINARIA ED ALLA CORTE D'APPELLO IN UNICO GRADO
07/06/2021
Intervenuto il decreto di acquisizione ex art. 42-bis d.p.r. n. 327/2001, le domande risarcitorie ed indennitarie (indennizzo da ricondursi alle indennità conseguenti all'adozione di atti di natura espropriativa e quindi non risarcitoria in senso proprio) relative alle aree oggetto del decreto spettano alla giurisdizione del giudice ordinario, ed a [...]

NEL CASO DI RETROCESSIONE PARZIALE LA POSIZIONE AZIONATA DAL PRIVATO HA LA CONSISTENZA DI INTERESSE LEGITTIMO: GIURISDIZIONE AMMINISTRATIVA
04/06/2021
Nel caso di retrocessione parziale, quale che sia la motivazione del mancato utilizzo del bene, la posizione azionata dal privato ha la consistenza di interesse legittimo, con conseguente attribuzione della cognizione della controversia alla giurisdizione amministrativa. [...]

I VINCOLI IMPOSTI DAL P.R.G. PER ATTREZZATURE E SERVIZI REALIZZABILI ANCHE AD INIZIATIVA PRIVATA O PROMISCUA IN REGIME DI MERCATO SONO CONFORMATIVI
04/06/2021
I vincoli di destinazione imposti dal piano regolatore generale per attrezzature e servizi, quali parcheggi, impianti sportivi, mercati e strutture commerciali, edifici sanitari, ecc., realizzabili anche ad iniziativa privata o promiscua in regime di economia di mercato, pur avendo carattere particolare, sfuggono allo schema ablatorio e alle connes [...]

L'INDENNIZZO DA RITARDO PRESCINDE DALLA PROVA DEL DANNO E DEL COMPORTAMENTO COLPOSO O DOLOSO DELLA P.A. NONCHÉ DEL NESSO DI CAUSALITÀ
03/06/2021
La fattispecie dell'indennizzo da ritardo va nettamente distinta da quella prevista dal comma 1 dell'art. 2-bis della L. n. 241 del 1990, introdotto dall'art. 7, comma 1, lettera c), della L. 18 giugno 2009, n. 69, atteso che, mentre il risarcimento presuppone la prova del danno e del comportamento colposo o doloso dell'amministrazione nonché del n [...]

IN CASO DI VINCOLI ESPROPRIATIVI DECADUTI IL PRIVATO ISTANTE HA DIRITTO ALLA RICLASSIFICAZIONE DELLE AREE IN BASE AL POTERE DISCREZIONALE DELLA P.A.
03/06/2021
Sussiste l'obbligo di provvedere da parte della p.a. sull'istanza di riclassificazione delle aree sottoposte a vincoli espropriativi decaduti, la cui esistenza e natura è dichiarata nel certificato di destinazione urbanistica. Non sussiste, invece, il diritto dell'istante a pretendere una determinata classificazione, considerato l'ampio potere disc [...]

 Pagina  di 677