•  

    SE I PROPRIETARI HANNO RICEVUTO UN RISARCIMENTO PIENO PER EQUIVALENTE, NON POSSONO CHIEDERE LA RESTITUZIONE DEL BENE O INVOCARE L'ACQUISIZIONE SANANTE

    Ove i proprietari abbiano ottenuto un risarcimento pieno per equivalente non possono poi professandosi ancora proprietari - stante l'insussistenza dell'accessione invertita - richiedere, sostanzialmente, lo stesso bene della vita, già di fatto ristorato per mezzo del pagamento ottenuto a titolo di risarcimento del danno. Diversamente ragionando, essi otterrebbero una tutela duplicata, da una parte avendo già incassato la somma a titolo di compensazione per la res perduta, dall’altra, instando per la restituzione della res medesima ovvero per il pagamento dell’indennizzo previsto dall’art. 42 bis T.U. Espropri.

     Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.