•  

    LA MANCATA CONCLUSIONE DELL'ESPROPRIO DI UN TERRENO RENDE INESEGUIBILE IL PRELIMINARE DI VENDITA DELL'IMMOBILE SU DI ESSO COSTRUITO

    In caso di mancata conclusione delle procedure espropriative da parte di un soggetto il quale, a seguito di convenzione con il Comune, sia stato delegato a procedere, in nome e per conto del Comune stesso, all'esproprio di aree edificabili assegnate in diritto di proprietà, perfezionato il quale il soggetto in questione avrebbe dovuto curare la trascrizione, in suo favore, del diritto di proprietà, rimangono ineseguibili ex art. 2932 c.c. i preliminari con le promesse di vendita ai terzi delle unità immobiliari ad uso abitativo realizzate sui terreni rimasti inespropriati. La mancata acquisizione della proprietà del terreno necessaria al trasferimento dell'immobile su di esso costruito giustifica la sospensione dell'adempimento dell'altra parte.

     Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.

    Vai a :