•  

    NON IMPUGNABILI GLI ATTI DELLA PROCEDURA ESPROPRIATIVA PRECEDENTI ALL'APPOSIZIONE DEL VINCOLO

    Sono atti privi di autonoma lesività quelli che si inseriscono in una fase meramente preparatoria e istruttoria del procedimento, e, per tale ragione, esso potrà incidere nella sfera giuridica dei proprietari solo se e quando sarà recepito dalla deliberazione del consiglio comunale con cui quest’ultimo si esprimerà, ex art. 19 del DPR n. 327/2001, in ordine all'esecuzione dell'opera con l'approvazione del progetto presentato, da valere anche come variante allo strumento urbanistico, a cui conseguirà l'avvio del procedimento di esproprio.

     Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.

    Vai a :