•  

    I DANNI DERIVANTI DALL'OPERA SI PRESCRIVONO IN CINQUE ANNI DALLA SUA ENTRATA IN FUNZIONE

    La domanda di risarcimento in riferimento ai danni conseguenti all’esecuzione dei lavori del'opera pubblica, secondo l’art. 2947 comma 1° c.c., si prescrive in cinque anni dal giorno in cui il fatto si è verificato, ovvero da quando l'opera pubblica è entrata in funzione.

     Per accedere alla consultazione di questa sezione, occorre essere abbonati. Alcuni contenuti sono consultabili anche previa registrazione gratuita: prova a registrarti.

    Vai a :