TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
DEMANIO MARITTIMO - La rivista del demanio e patrimonio
URBIM - edilizia e urbanistica
TERRITORIO - il network sulla gestione del territorio
URBIM - edilizia e urbanistica
La rivista del demanio e patrimonio pubblico
CatastOnline - Aggiornamento e informazione tecnica in materia di catasto
Exeo Edizioni Digitali Professionali: ebook e riviste web per professionisti
ANNO XVI
ISSN 1971-9817
   
AVVERTENZE REGISTRAZIONE ABBONAMENTI CONTATTI  
Ricerca
Print Page
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
divisione

















     

Area esproprianda gravata da ipoteca: è possibile ordinare la cancellazione con lo stesso decreto di esproprio ?


COMUNE DI CALENZANO: « Il Comune di Calenzano dev'emettere un Decreto di esproprio per un'area gravata da ipoteca (accesa dal Servizio Riscossione Tributi) per cui, oltre alla consueta formalità di trascrizione, occorrerà presentare anche formalità di annotazione per la cancellazione dell'ipoteca. Ciò premesso, si chiede: 1) l'indennità di esproprio dev'essere depositata in favore del proprietario espropriando (si presume di sì) o del titolare dell'ipoteca? 2) Dal momento che la cancellazione dell'ipoteca avviene senza richiedere il preventivo assenso del titolare della stessa, è corretto inserire nel corpo del Decreto di esproprio apposita prescrizione con la quale si ordina al Direttore del Servizio di Pubblicità Immobiliare della competente Agenzia del Territorio di eseguire la relativa formalità di cancellazione, oppure occorre redigere un ulteriore apposito provvedimento? In altre parole il Decreto di esproprio può essere utilizzato per eseguire entrambe le formalità? 3) Trattandosi di procedimento espropriativo ante T.U., il riferimento normativo per la cancellazione dell'ipoteca rinviene dall'art. 14 della Legge n. 865/1971: esistono altre norme in merito? 4) Al titolare dell'ipoteca il Decreto di esproprio dev'essere notificato nelle forme rituali oppure basta una semplice raccomandata A/R? 5) Nel caso in cui il titolare dell'ipoteca chieda lo svincolo della somma in suo favore quale documentazione deve presentare? (Forse un provvedimento di un Giudice?) »


PL - Non ha senso cancellare l’ipoteca: dopo la trascrizione del decreto di esproprio, infatti, i creditori e tutti gli aventi diritto potranno comunque far valere le proprie pretese non certo sul bene, ma unicamente sull’indennità depositata (artt. 25 e 34.2 TU, art. 27, 52 e segg. L. 2359/1865, art. 14 da lei citato); il decreto di esproprio trasferisce la proprietà a titolo originario, travolgendo automaticamente qualunque diritto incompatibile - trascritto o meno - esistente sul bene (art. 25.1 TU: « L'espropriazione del diritto di proprietà comporta l'estinzione automatica di tutti gli altri diritti, reali o personali, gravanti sul bene espropriato, salvo quelli compatibili con i fini cui l'espropriazione è preordinata »). Il deposito va effettuato a favore del proprietario (evidenziando la sussistenza dei diritti dei terzi, che costituiscono la ragione stessa del deposito). Il decreto di esproprio va notificato solo al proprietario (art. 13 L. 865/71, art. 51 L. 2359/1865, 23.1.g TU). Per l’eventuale svincolo a suo favore il creditore dovrà produrre un provvedimento dell’autorità giudiziaria adìta dalla parte più diligente (art. 56 l. 2359/1865).


D.P.R. 327/2001
1 2 3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 bis 23 24 25 26
27 28 29 30 31 32 33 34 35
36 37 38 39 40 41 42 bis 44
45 46 47 48 49 50 51 52 bis
ter quater quinquies sexies
septies octies nonies 53 54 55
56 57 bis 58 59        

Login Utente
Inserire il vostro Token
Oppure utilizzate le vostre :
Email:
Password:
Ricorda i miei dati
- Registrazione gratuita
- Recupera password
- Problemi di accesso


















 
Coordinatore scientifico e direttore responsabile: PAOLO LORO
Rivista professionale nella materia dell'espropriazione per pubblica utilità
Registro Stampa Tribunale di Padova n° 2067 del 19.2.2007. COPYRIGHT © 2002-2017. Exeo srl - www.exeo.it CF PI RI 03790770287 REA 337549 ROC 15200/2007 DUNS: 339162698 cap. soc. 10.000 i.v. sede legale: piazzetta Modin 12 351129 Padova. PEC: exeo.pec@mail-certa.it. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. Le opere presenti su questo sito hanno assolto gli obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d'autore e sui diritti connessi. La riproduzione, la comunicazione o messa a disposizione al pubblico, la pubblica diffusione senza l'autorizzazione dell'autore e dell'editore è vietata. Alle violazioni si applicano le sanzioni previste dagli art. 171, 171-bis, 171-ter, 174-bis e 174-ter L. 633/1941.
Powered by Next.it